Alziamo la testa.

Insieme possiamo cambiare tutto, organizziamoci.
Partecipa alla mobilitazione per il salario minimo.

Sotto dieci è
sfruttamento

Pensiamo una cosa semplice e di buon senso: tutte le persone, indipendentemente dalla propria situazione occupazionale, devono essere libere dalla povertà. Attiviamoci insieme per il salario minimo a 10 € e per un vero reddito di cittadinanza.

Non auspichiamo il cambiamento.

Vogliamo determinarlo.

Il mondo di oggi non è un posto migliore.

Ma potrebbe esserlo.

01

La gran parte di quel che guadagniamo svanisce rapidamente tra la casa in cui dormiamo e i mezzi di trasporto per andare a lavoro. Gli affitti, le rate del mutuo, il costo della vita quotidiana sono alti se non altissimi. I salari di milioni di persone sono bassissimi.

02

Lavorare in condizioni precarie senza adeguati ammortizzatori sociali e un senza un forma realmente inclusiva di reddito di cittadinanza vuol dire essere tutte e tutti costantemente sotto ricatto.

03

Il lavoro povero non è un problema che riguarda solo l’Italia di oggi, ma anche quella del futuro. Salari da fame oggi significa pensioni da fame domani.

 È il momento 
 di organizzarsi